Date flessibili



Il Borgo

Una storia antichissima

Il Borgo di Vescine nasce come torre di avvistamento in epoca longobarda per il controllo del territorio e di congiunzione tra i Paesi di Radda in Chianti e Castellina in Chianti. Verso la fine del 700 quando l'intera area era divenuta di dominio Franco, come era costume all'epoca, attorno alla torre longobarda, mantenuta per la posizione strategica, venne costruita una piccola cinta muraria e una seconda torre per rendere più funzionale e sicuro l'avamposto. I resti di queste torri sono facilmente individuabili e incastonate tra le pareti degli edifici del borgo. Verso la fine dell'anno mille e più precisamente il 25 luglio del 998, il marchese Ugo, ritenuto fondatore del marchesato di Toscana, per compiacere il clero elargì copiose donazioni al vicino monastero di Poggibonsi tra cui anche la concessione in uso di molti terreni compresi fra Radda e Castellina tra i quali presumibilmente ricadeva anche Vescine. E' facile pensare che quindi siano stati i monaci, praticando l'agricoltura in maniera razionale, ad intraprendere la coltivazione di questi territori e quindi a piantare le primi viti.Nel corso dei secoli la fortezza inizia pertanto a prendere le dimensioni di un piccolo borgo abitato dalle famiglie che si dedicavano alla coltivazione dei terreni compresi nel podere di Vescine, le quali nel corso dei secoli si sono votate alla coltivazione tramite la faticosissima costruzione di muretti a secco su tutta la collina sottostante il borgo, oggi giustamente riconosciuti Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Abbiamo testimonianze che tali famiglie hanno vissuto nel Borgo sino al 1952, ove successivamente è succeduto un periodo di abbandono. 

Il Borgo di Vescine nasce come torre di avvistamento in epoca longobarda per il controllo del territorio e di congiunzione tra i Paesi di Radda in Chianti e Castellina in Chianti. Verso la fine del 700 quando l'intera area era divenuta di dominio Franco, come era costume all'epoca, attorno alla torre longobarda, mantenuta per la posizione strategica, venne costruita una piccola cinta Continua...uraria e una seconda torre per rendere più funzionale e sicuro l'avamposto. I resti di queste torri sono facilmente individuabili e incastonate tra le pareti degli edifici del borgo. Verso la fine dell'anno mille e più precisamente il 25 luglio del 998, il marchese Ugo, ritenuto fondatore del marchesato di Toscana, per compiacere il clero elargì copiose donazioni al vicino monastero di Poggibonsi tra cui anche la concessione in uso di molti terreni compresi fra Radda e Castellina tra i quali presumibilmente ricadeva anche Vescine. E' facile pensare che quindi siano stati i monaci, praticando l'agricoltura in maniera razionale, ad intraprendere la coltivazione di questi territori e quindi a piantare le primi viti.Nel corso dei secoli la fortezza inizia pertanto a prendere le dimensioni di un piccolo borgo abitato dalle famiglie che si dedicavano alla coltivazione dei terreni compresi nel podere di Vescine, le quali nel corso dei secoli si sono votate alla coltivazione tramite la faticosissima costruzione di muretti a secco su tutta la collina sottostante il borgo, oggi giustamente riconosciuti Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. Abbiamo testimonianze che tali famiglie hanno vissuto nel Borgo sino al 1952, ove successivamente è succeduto un periodo di abbandono. 

Oggi la Signora Paladin, coadiuvata dalla sua famiglia e dal suo staff, ha intrapreso un'opera di grande capitale umano, spinta dalla volontà di ridare un'anima romantica e funzionale alla componente agricola di Vescine, all'interno della quale è stato realizzato un relais di altissimo pregio, dotato di ogni comfort, e creato con la prerogativa di far vivere agli ospiti la magica emozione della vita in un borgo chiantigiano.

Oggi la Signora Paladin, coadiuvata dalla sua famiglia e dal suo staff, ha intrapreso un'opera di grande capitale umano, spinta dalla volontà di ridare un'anima romantica e funzionale alla componente agricola di Vescine, all'interno della quale è stato realizzato un relais di altissimo pregio, dotato di ogni comfort, e creato con la prerogativa di far vivere agli ospiti la magica emozione della vita in un borgo Continua... chiantigiano.

Una cena da cortigiano

Un tuffo nel magico passato del nostro Borgo

Una serata speciale. Settimanalmente nella nostra piazzetta vengono rievocate le serate di festa paesana che anticamente animavano il borgo. I nostri ospiti vengono invitati a cenare in piazzetta che per l'occasione si veste con tavoli rotondi banditi di fiori e candele creando un'atmosfera magica che ci riporta indietro di qualche secolo. A farla da padrone è l'antico forno medievale, nel quale per l'occasione si cucinano le pietanze come un tempo o su richiesta delle pizze con i grani antichi. Organizziamo queste serate anche per i gruppi in esclusiva.

Una cena da cortigiano

Un tuffo nel magico passato del nostro Borgo

Una serata speciale. Settimanalmente nella nostra piazzetta vengono rievocate le serate di festa paesana che anticamente animavano il borgo. I nostri ospiti vengono invitati a cenare in piazzetta che per l'occasione si veste con tavoli rotondi banditi di fiori e candele creando un'atmosfera magica che ci riporta indietro di qualche secolo. A farla da padrone è l'antico forno medievale, nel quale per l'occasione Continua...si cucinano le pietanze come un tempo o su richiesta delle pizze con i grani antichi. Organizziamo queste serate anche per i gruppi in esclusiva.

Cena nell'uliveta

Un sogno ad occhi aperti

Concedetevi un sogno, una cena sotto la nostra uliveta a lume di candela per vivere un'esperienza d'altri tempi immersi nel verde della natura chiantigiana.

Cena nell'uliveta

Un sogno ad occhi aperti

Concedetevi un sogno, una cena sotto la nostra uliveta a lume di candela per vivere un'esperienza d'altri tempi immersi nel verde della natura chiantigiana.

Wine tasting

Il profumo della nostra terra

Nell’Enoteca del Borgo potrete farvi accompagnare in un percorso degustativo dai nostri esperti sommelier. Potrete degustare i vini delle migliori cantine, ma soprattutto i vini provenienti dalle nostre Tenute, per noi fonte di orgoglio e soddisfazione.

Wine tasting

Il profumo della nostra terra

Nell’Enoteca del Borgo potrete farvi accompagnare in un percorso degustativo dai nostri esperti sommelier. Potrete degustare i vini delle migliori cantine, ma soprattutto i vini provenienti dalle nostre Tenute, per noi fonte di orgoglio e soddisfazione.

Cooking class

Dalla terra alla tavola

Carpire i segreti della tradizionale cucina toscana, imparare nuove ricette e divertirsi. Queste sono le cooking class del Borgo di Vescine. I nostri cuochi vi seguiranno in ogni procedimento, illustrandovi le ricette ed aiutandovi nella preparazione dei piatti. Le erbe aromatiche scelte per i nostri corsi di cucina vengono colte al momento direttamente dal nostro orto. Ogni corso di cucina prevede la realizzazione di pietanze che potrete scegliere dal nostro menu'.

Cooking class

Dalla terra alla tavola

Carpire i segreti della tradizionale cucina toscana, imparare nuove ricette e divertirsi. Queste sono le cooking class del Borgo di Vescine. I nostri cuochi vi seguiranno in ogni procedimento, illustrandovi le ricette ed aiutandovi nella preparazione dei piatti. Le erbe aromatiche scelte per i nostri corsi di cucina vengono colte al momento direttamente dal nostro orto. Ogni corso di cucina prevede la Continua...ne di pietanze che potrete scegliere dal nostro menu'.